UBI NOS ARRETIUM EST
Area Soci associazione.signaarretii@gmail.com Via Bicchieraia, 30, 52100 Arezzo AR

Storia di Arezzo

"Basterebbe Arezzo alla Gloria d’Italia" - Carducci

Con il progetto “Storia di Arezzo” l’associazione Signa Arretii vuole dare il proprio contributo alla divulgazione e conoscenza dei fatti, luoghi, persone ed eventi di Arezzo.

Questo perché pensiamo che solo con la conoscenza dei fatti relativi alla nostra città, e quindi con la consapevolezza delle proprie radici, sia possibile apprezzare appieno i suoi valori.

Queste storie rappresentano la nostra identità di Aretini.

Cercheremo di dare il nostro contributo attraverso racconti coinvolgenti e pensati per tutti, sia per i curiosi che per i più dotti di storia della Città.

Timeline
  • 304

    Morte di San Donato

    Morte di San Donato

    agosto 7, 0304

    Secondo Vescovo e Patrono di Arezzo. Secondo la tradizione medioevale muore martire il 7 Agosto. Sulla data della sua morte tuttavia non c’è accordo: Tafi indica il 304, Pasqui il 362.

  • 700

    Vescovo portavoce presso i Longobardi

    Vescovo portavoce presso i Longobardi

    aprile 28, 0700

    Nel periodo longobardo non è presente ad Arezzo un Guastaldo, ossia il rappresentante del potere sovrano, segno del fatto che la città non ricopriva un ruolo abbastanza importante. Il portavoce era probabilmente il Vescovo.

  • 800

    Sculdhis Preposto in epoca Carolingia

    Sculdhis Preposto in epoca Carolingia

    giugno 26, 0800

    Alla fine del periodo longobardo o all’inizio di quello carolingio il Preposto alla comunità urbana era una figura denominata Sculdhis.

  • 1052

    Primo Vescovo Conte

    Primo Vescovo Conte

    ottobre 29, 1052

    Primo Vescovo aretino nominato Conte dall’Imperatore Enrico III è Arnaldo (1052-1062)

  • 1098

    Nascita del Comune

    Nascita del Comune

    ottobre 29, 1098

    Al 1098 risale la prima testimonianza documentale della presenza del Console Raineri e del Vicedomino Rolando, la cui presenza indica la nascita del Coune di Arezzo.

  • 1196

    Nascita delle Arti

    Nascita delle Arti

    ottobre 29, 1196

    Al 1196 risale la prima testimonianza documentale della presenza delle Arti ad Arezzo. Sono nominati infatti per la prima volta i Consoli delle Società, figure che hanno probabilmente il compito di riunire in armi gli appartenenti alle Società di mestiere.

  • 1209

    Istituzione del Consiglio della Campana

    Istituzione del Consiglio della Campana

    ottobre 29, 1209

    Al 1209 risale la prima testimonianza documentale dell’istituzione del Consiglio della Campana. E’ l’organo consultivo e legislativo comunale in una forma ancora non del tutto definitiva.

  • 1222

    Nascita dei Guelfi e Ghibellini ad Arezzo

    Nascita dei Guelfi e Ghibellini ad Arezzo

    dicembre 28, 1222

    Al 1222 risale la prima testimonianza documentale della presenza di due schieramenti, quello che vede come capofila la famiglia dei Bostoli e quello che riconosce come leader la famiglia dei Tarlati. Sono la testimonianza allo stato embrionale degli schieramenti dei Guelfi e dei Ghibellini ad Arezzo.

  • 1232

    Costruzione del Palazzo Comunale

    Costruzione del Palazzo Comunale

    gennaio 29, 1232

    Nel 1232 viene costruito in cima a Via di Pellicceria l’antico Palazzo Comunale che verrà distrutto da Cosimo I del Medici per far costruire la Fortezza.

  • 1248

    Elezione Episcopale di Guglielmino degli Ubertini

    Elezione Episcopale di Guglielmino degli Ubertini

    ottobre 29, 1248

    Nel 1248 diventa Vescovo di Arezzo Gulielmino della nobile famiglia ghibellina degli Ubertini.

  • 1256

    Nascita del Popolo

    Nascita del Popolo

    ottobre 29, 1256

    Al 1256 risale la prima testimonianza documentale della fazione popolare di Arezzo. Nella fonte si fa riferimento al Consiglio del Popolo e ad una più ampia assemblea di populares.

  • 1260

    Battaglia di Montaperti

    Battaglia di Montaperti

    settembre 4, 1260

    Nel 1260 ha luogo la battaglia di Montaperti fra la fazione Guelfa capeggata Firenze e quello Ghibellina capeggiata da Siena. Vinse lo schieramento Ghibellino.

  • 1274

    Scioglimento delle 12 Arti

    Scioglimento delle 12 Arti

    ottobre 29, 1274

    Nel 1274 vengono scolte le Arti per volontà della parte aristocratica che vede nell’ascesa del popolo una minaccia alla loro egemonia.

  • 1278

    Costruzione del Palazzo del Popolo

    Costruzione del Palazzo del Popolo

    ottobre 29, 1278

    Nel 1278 nella parte più alta della via principale di Arezzo viene eretto il Palazzo del Popolo.

  • 1287

    Signoria di Guglielmino degli Ubertini

    Signoria di Guglielmino degli Ubertini

    ottobre 29, 1287

    Nel 1287 viene ucciso dalla fazione aristocratica il Priore delle Arti Guelfo da Lucca. Con questo atto si pone violentemente fine alla prima esperienza popolare.

    Il Vescovo Guglielmino degli Ubertini in questo nuovo scenario politico viene riconosciuto Signore della città.

  • 1289

    Battaglia di Campaldino e Morte di Guglielmino degli Ubertini

    Battaglia di Campaldino e Morte di Guglielmino degli Ubertini

    giugno 11, 1289

    L’11 Giugno 1289 nella piana di Campaldino, presso il castello di Poppi si affrontano l’esercito Ghibellino di Arezzo e quello Guelfo di Firenze. Dopo una cruenta quanto coraggiosa battaglia l’esercito aretino soccombe. Il Vescovo e capo dell’esercito di Arezzo muore in battaglia.

  • 1311

    Signoria di Arrigo VII

    Signoria di Arrigo VII

    ottobre 29, 1311

    A gennaio del 1311 la città di Arezzo cede il comando all’Imperatore Arrigo VII

  • 1312

    Elezione Episcopale Guido Tarlati

    Elezione Episcopale Guido Tarlati

    ottobre 29, 1312

    Nel 1312 viene eletto Vescovo di Arezzo Guido Tarlati, esponente di spicco della più importante famiglia ghibellina di Arezzo.

  • 1313

    Morte Arrigo VII

    Morte Arrigo VII

    ottobre 29, 1313

    Nel 1313 muore Arrigo VII. La notizia viene accolta in città con sgomento ed in segno di lutto il colore del cavallo inalberato, simbolo della città di Arezzo, viene mutato da bianco a nero. Ancora oggi il cavallo che rappresenta Arezzo è nero, a ricordo di questo episodio.

  • 1321

    Signoria di Guido Tarlati

    Signoria di Guido Tarlati

    ottobre 29, 1321

    Nel 1321 Guido Tarlati è nominato Signore della città. Inizia il momento di massima espansione del Comune aretino.

  • 1324

    Scomunica di Guido Tarlati

    Scomunica di Guido Tarlati

    ottobre 29, 1324

    Il Papa Giovanni XXII in risposta alle azioni antipapali del Vescovo di Arezzo scomunica nel 1324 Guido Tarlati e lo fa interdire dai pubblici uffici.

  • 1327

    Guido Tarlati incorona Ludovico il Bavaro Re d’Italia

    Guido Tarlati incorona Ludovico il Bavaro Re d’Italia

    settembre 1, 1327

    Nel 1227 all’apice della propria parabola politica personale Guido Tarlati, massimo esponente della fazione Ghibellina d’Italia pone sulla testa di Ludovico il Bavaro a Monza la corona di ferro.

  • 1327

    Morte di Guido Tarlati

    Morte di Guido Tarlati

    ottobre 21, 1327

    Il 21 ottobre 1327 muore nel viaggio di ritorno da Pisa Guido Tarlati.

  • 1327

    Redazione nuovo Statuto Comunale

    Redazione nuovo Statuto Comunale

    novembre 29, 1327
    Su Concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo/ Archivio di Stato di Firenze Vietata la riproduzione Fondo Statuti delle comunità autonome e soggette, 20

    Dopo la morte del fratello Guido, Pier Saccone Tarlati fa redigere un nuovo Statuto Comunale dove introduce la carica di Difensore della città. Con questa nuova magistratura assicura alla sua famiglia il dominio su Arezzo.

  • 1337

    Primo dominio fiorentino

    Primo dominio fiorentino

    marzo 7, 1337

    il 7 Marzo 1337 Pier Saccone Tarlati stipula un trattato in cui cede al Comune di Firenze per dieci anni la Signoria su Arezzo, il contado e il Distretto della città, mantenendosi il possesso di numerosi castelli e ricevendo per la famiglia lo status di popolari della città di Arezzo e Firenze.

  • 1343

    Costruzione del Casseretto e delle mura attorno alla cittadella

    Costruzione del Casseretto e delle mura attorno alla cittadella

    ottobre 29, 1343

    Tra il 1337 e il 1343 i fiorentini fanno erigere una costruzione fortificata nel punto più alto del colle di San Donato e circondano i palazzi istituzionali della cittadella con delle mura.

  • 1345

    Redazione di un nuovo Statuto Comunale

    Redazione di un nuovo Statuto Comunale

    ottobre 29, 1345

    Nel 1345 viene redatto un nuovo Statuto Comunale.

  • 1348

    Governo dei Quarantotto

    Governo dei Quarantotto

    ottobre 29, 1348

    Nel 1348 prendono le redini della città alcune famiglie guelfe fra le quali quelle degli Albergotti, Brandaglia, Testi, Sassoli, da Catenaia e Conti di Bivignano dando luogo ad un governo ristretto detto dei Quarantotto.

  • 1365

    Governo dei Sessanta

    Governo dei Sessanta

    ottobre 29, 1365

    Nel 1365 un componente della famiglia Albergotti uccide Egidio da Celaia. Questo fatto efferato scatena una sollevazione di piazza che sfocia nell’assalto delle case degli Albergotti e la loro cacciata dalla città. La conseguenza di questa reazione è la costituzione di un nuovo governo di matrice guelfa detto dei Sessanta.

  • 1378

    Governo degli Arciguelfi

    Governo degli Arciguelfi

    ottobre 29, 1378

    I fuoriusciti Bostoli e Albergotti fanno ritorno in città e si riappropriano delle magistrature comunali con l’aiuto della famiglia dei Camaiani. Questa nuova compagine di governo prende il nome di Arciguelfi.

  • 1379

    Rivolta al grido di “Viva il Popolo”

    Rivolta al grido di “Viva il Popolo”

    ottobre 29, 1379

    Nel 1379 le famiglie guelfe destituite dei Brandaglia, Testi, Sassoli, quella ghibellina degli Ubertini e quella dei borghesi Guasconi al grido di “Viva il Popolo” cercano di conquistare il Palazzo del Popolo e di cacciare gli Arciguelfi. Il tentativo fallisce.

  • 1380

    Signoria di Carlo da Durazzo

    Signoria di Carlo da Durazzo

    settembre 14, 1380

    Nel luglio 1380 i Tarlati con l’aiuto degli Ubertini assediano Arezzo. Gli Arciguelfi in grave difficoltà chiedono aiuto a Carlo da Durazzo cedendogli in cambio la Signoria sulla città.

  • 1384

    Secondo dominio fiorentino

    Secondo dominio fiorentino

    novembre 17, 1384

    Il 29 settembre 1384 i Tarlati, con l’aiuto del francese Enguarrand de Coucy (sceso in Italia per raggiungere Luigi d’Angiò nella guerra per il Regno di Napoli contro Carlo da Durazzo), entrano in città per strappare Arezzo dalle mani dello stesso Carlo e degli Arciguelfi. Nel frattempo muore Luigi d’Angiò e conseguentemente Enguerrand de Coucy rientra in patria. Ad Arezzo si ha una situazione di stallo che viene risolta quando gli Arciguelfi ed in particolare gli Albergotti si accordano con Firenze per la cessione definitiva della città. Il 17 Novembre 1384 l’esercito fiorentino si appropria di Arezzo.

05Feb, 2019
05Dic, 2018
05Dic, 2018
05Dic, 2018
21Nov, 2018
20Nov, 2018
26Ott, 2018